Informiamo i visitatori che i moduli per i pagamenti online delle iscrizioni sono attivi

La possibilità di effettuare acquisti online prevede obbligatoriamente il login da parte dei Soci

 

Home

Scritto da Super User
Visite: 1294

IPMS Verona

Antonio Carmagnani IPMS Verona #3187

foto_1verona.jpg

Alcuni soci del Centro I.P.M.S. di Verona che hanno curato lo stand alla fiera del modellismo di Verona del 2013.

Da sinistra Carmagnani Antonio, Visentini Franco, Zanetti Moreno, Rigoni Daniele, Picariello Domenico

Il Centro nasce con gli attuali soci del G.P.M. & S. Gruppo Padano Modellismo & Storia fondato a Sanguinetto in provincia di Verona più di vent’anni fa. Ora vediamo un po’ di storia del G.P.M.& S.

Tutto è nato esattamente nel maggio del 1991 dall’iniziativa del proprietario di un negozio di modellismo che ha dato l’impulso ai suoi clienti per fondare un club dopo aver visto l’entusiasmo per la partecipazione a una mostra di modellismo in un paese della bassa veronese e aver visto che tutti i partecipanti erano appunto suoi clienti.

Allora il modellismo fioriva rigogliosamente e il gruppo è arrivato ad annoverare soci appartenenti alle provincie di Verona e Mantova.

Con la propria sede situata all’interno del Castello di Sanguinetto, aveva un “raggio d’azione “ che era superiore ai 40 chilometri.

In quel periodo anche le mostre erano veramente tante e, organizzate in contesti come sagre e feste di paese che portavano un gran numero di visitatori, davano spesso la possibilità di acquisire qualche nuovo associato, dando al gruppo modellistico la possibilità di raggiungere i 40 soci. Poi con il tempo, alcuni appartenenti si sono persi, riducendo il numero a circa 20 iscritti, cifra che si è mantenuta costante fino al1999, e da quell’anno fino al 2001 si è avuto un periodo di “incertezza”. Nel 2002 si è riorganizzato il gruppo, facendo anche una mostra presso il 112° Deposito dell’Aeronautica Militare a Sanguinetto e nel 2003 si è organizzata una mostra a concorso in collaborazione con un altro gruppo modellistico della nostra zona. L’affluenza di partecipanti è stata notevole: oltre a gruppi veronesi hanno partecipato altri del Trentino Alto Adige, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna e moltissimi modellisti non affiliati ad associazioni. Enorme è stato anche l’afflusso di pubblico da tutta la provincia e anche da quelle limitrofe.

Per essere la prima mostra a concorso che si organizzava, il nostro entusiasmo era grandissimo; non pensavamo di riscuotere un tale successo. Questo ci è stato di stimolo per ritrovare lo smalto di un tempo. Da allora il gruppo organizza rassegne modellistiche in vari punti della provincia e partecipa anche a mostre organizzate da associazioni del circondario e di provincie vicine.  Dati gli ottimi rapporti di amicizia con i vari gruppi modellistici locali e non, la disponibilità alle collaborazioni date e ricevute è veramente grande.

Periodicamente ci incontriamo per aggiornamenti e discussioni, per attività in corso e future e la partecipazione dei tesserati non è mai mancata. Ora il gruppo è composto di 12 membri, più circa 5 modellisti simpatizzanti che offrono sempre e ovunque la loro disponibilità e collaborazione per organizzazioni, allestimenti e partecipazioni a vari eventi.

Parlando invece dei modelli realizzati dai soci, questi spaziano dal settore aeronautico in tutte le sue epoche e tipologie, cioè Prima Guerra Mondiale, Seconda Guerra Mondiale e fino ai giorni nostri, per alcuni con una “predisposizione” prettamente italiana, al settore “auto e moto” con modellisti che costruiscono, chi Formula 1, chi auto “Made in USA”, chi motociclismo nelle varie tipologie: dalle Moto GP alle moto d’epoca. Qualcuno si è cimentato con mezzi spaziali e qualcun altro è un cultore di figurini Napoleonici, altri ancora con mezzi militari.  Fortunatamente il modellismo spazia a 360 gradi in varie scale e in molteplici argomentazioni, dove ci si può sbizzarrire dal reale al fantasy, dando la massima libertà a “un’arte” che per noi è un fondamentale punto di partenza per continuare con associazione, dove, per prima cosa, siamo tutti Amici e poi ci identifichiamo come modellisti.

Il passo in avanti avviene nel 2010; durante una riunione del club, era stata proposta l’idea di diventare soci dell’IPMS Italia creando un Centro. Questa idea ha colto tutti con un po’ di sorpresa ma, nel frattempo, anche con un particolare entusiasmo. Si è giunti a questa svolta, per valorizzare il modellismo e dare una veste importante al gruppo perché l’IPMS è un’organizzazione mondiale, e fortunatamente, l’Italia ha una propria sezione. Si è deciso quindi di ufficializzare la cosa l’anno seguente con il tesseramento di tutti i soci nel corso del 2011. Il Centro adesso conta 12 soci sparsi per

il territorio provinciale veronese, da nord a sud, ma ci si propone di “acquisire” nuovi modellisti per dare sempre maggior importanza al sodalizio. Le idee per il futuro ci sono, e piano piano si cerca di attuarle. Una tra le prime cose da fare era quella di organizzare un evento capace di dare, al neonato IPMS Centro Verona, il via a questa nuova era modellistica.

LA PRIMA MOSTRA di IPMS ITALIA - CENTRO DI VERONA

Il 2011 è stato l’anno dell’anniversario del nostro Paese, i 150 anni dell’Unità d’Italia, ma anche l’anno della creazione del Centro IPMS di Verona. In occasione della creazione del Centro, ci si proponeva di organizzare un evento che potesse dare un’immagine innovativa alla nuova sezione dell’IPMS Italia, ma che fosse anche riconosciuto e apprezzato dai vari gruppi modellistici, enti e istituzioni territoriali, obbiettivo che è stato raggiunto.

Per il 150° d’Italia il Comune di Villafranca di Verona aveva la programmazione di varie manifestazioni, col comune ci siamo accordati per tenere una rassegna modellistica con tema “il 150°”.

Ricevuto il consenso da parte dell’assessorato competente, abbiamo dato il via all’esecuzione del progetto.

Abbiamo contattato varie associazioni di modellismo della Provincia di Verona e di provincie limitrofe, in più ci siamo rivolti anche a vari modellisti non aderenti ai gruppi. Tale iniziativa è stata da tutti accolta con grande interesse ed entusiasmo. La mostra è stata allestita presso l’Auditorium comunale, il quale possiede una buona area che si presta all’esposizione. La partecipazione ha visto associazioni come Fà & Desfa, AMS, 4Gatti, TMP, GMB e altri, oltre alla partecipazione di numerosi modellisti indipendenti. La diffusione della notizia per la rassegna modellistica a livello mediatico è stata elevata. Grazie a questo, nei due giorni di apertura, un vasto pubblico ha affollato il salone, mostrando elevato interesse e ammirazione per i modelli esposti.

Dato il carattere della mostra a tema nazionale, ovviamente tutti i modelli erano “targati” tricolore. Mezzi, figurini e diorami che rappresentavano Forze Armate, Corpi e avvenimenti del nostro Paese. L’ottimo risultato della manifestazione è stato riconosciuto dal Comune di Villafranca, dagli enti che hanno collaborato per la realizzazione ed anche dagli stessi modellisti che hanno partecipato.

Tra gli espositori erano presenti anche modellisti juniores che a scuola hanno ricevuto dal corpo insegnate un plauso sia per i modelli realizzati, sia per la proposizione di tecniche pratiche applicate. A tutti i modellisti sono state donate delle targhe come attestato di partecipazione, mentre delle targhe di ringraziamento sono andate ai vari enti e personalità che hanno permesso questo evento.

Data l’ottima riuscita della manifestazione, il Comune di Villafranca ha dato la sua disponibilità per collaborazioni future, mentre altri comuni e gruppi culturali hanno dimostrato interesse per rassegne di questo tipo chiedendo a loro volta la nostra collaborazione.

foto_2verona.jpg

foto_3verona.jpg

Foto 2-3. I locali della mostra AAA (Associazione Arma Aeronautica) di Bovolone nel settembre 2003

foto_4verona.jpg

Foto 4. La Spider Touring Gran Sport Alfa Romeo 1932 del Socio Domenico Picariello sempre alla fiera del modellismo di Verona

foto_5verona.jpg

Foto 5. Il Macchi Mc200 del Socio Carlo Beltramini esposto alla Fiera di Verona

foto_6verona.jpg

foto_7verona.jpg

foto_8verona.jpg

foto_9verona.jpg

foto_10verona.jpg

Foto 6-10. I modelli presentati durante la prima mostra del centro IPMS di Verona nel 2011 per i festeggiamenti dei 150° dell’Unità d’ Italia

foto_11verona.jpg

Foto 11. Un momento di aggregazione tra i vari gruppi modellistici della provincia di Verona e non, che sono il Gruppo Modellistico Mincio “Fà e Desfa” di Veleggio Sul Mincio (Verona), il “Gruppo Modellistico Zevio” di Zevio (Verona) e il “Gruppo Modellistico Badiese” di Badia Polesine (Rovigo) oltre all’ IMPS Verona.

foto_12verona.jpg

Foto12. L’attestato di partecipazione consegnato dal Presidente del Circolo del 72° (Col. Meutti) all’ IPMS – VERONA e a ogni socio per l’esposizione modellistica in occasione della Rassegna Cinematografi ca “Blazing Skies”organizzata dal Circolo del 72°.

foto_13verona.jpg

foto_14verona.jpg

foto_15verona.jpg

foto_16verona.jpg

foto_17verona.jpg

Foto13-17.Esposizione modellistica alla Rassegna Cinematografi ca “Blazing Skies” organizzata dal Circolo del 72°.

 

ipms_fondopagina.png

Categoria: