IPMS ITALIA

Piazza Prealpi 3
20155 Milano

 

Scritto da Super User
Categoria:

Corazzata JEAN BART

modello di: Carlo Alonzi IPMS #2993

jean_bart_005.jpg

Kit Heller  scala 1/400 

I lavori per la sua costruzione iniziarono a gennaio del 1939 nei cantieri A.C. di Saint Nazaire , la nave, gemella della Richelieu, fu varata il 6 marzo del 1940 ed era ancora in costruzione quando iniziarono le ostilità della seconda guerra mondiale. 
Il 19 giugno 1940, completata per il 70 %, all' arrivo delle truppe tedesche di invasione, arditamente lasciò lo scalo riuscendo miracolosamente a riparare a Casablanca dove rimase, incompleta, fino al 1945. 
Durante questi anni subì diverse peripezie, nel 1942 fu oggetto di cannoneggiamento da parte di alcune corazzate americane di scorta all'operazione 'Torch' successivamente fu danneggiata gravemente da un bombardamento aereo. 
Solamente con la fine delle ostilità, nel 1945, poté tornare in patria, a Cherbourg, per essere ripristinata, ed infine entrò ufficialmente in squadra nel 1955. 
Con la squadra del mediterraneo, partecipò ad alcune missioni nel nord africa, quindi servì come nave scuola a Tolone per essere messa definitivamente in disarmo nel 1970. 

CARATTERISTICHE

 
   

Dislocamento

48950 tonnellate

Dimensioni

lunghezza. 248 m larghezza. 35 m immersione 9.60 m

Velocità

30 nodi

Propulsione

Turbine Parsons - 4 eliche

Potenza

150 000 CV

Combustibile

6000 tonnellate

Autonomia

7600 miglia a 20 nodi;3200 miglia a 30 nodi

Armamento

8/380 mm ; 9/152mm ; 24/100mm ; 8/40mm ; 28/57mm ; 20/20mm

Protezione

cintura : 330 mm ponte superiore. 150 mm ; ponte inferiore. 40 mm

Equipaggio

1100 uomini



Il Modello 


Il modello della Heller si presenta abbastanza dettagliato e corretto nelle forme, interventi sono stati effettuati sullo scafo, per rinforzarne la tenuta, con l'applicazione di segmenti di plasticard, successivamente l'opera viva (parte immersa) è stata aerografata con rosso antivegetativo Humbrol (73) e l'opera morta (parte emersa) con grigio Humbrol (64) lo stesso che verrà utilizzato per tutte le sovrastrutture; 
il ponte principale è stato aerografato con marrone Humbrol (63) e sottoposto a lavature tramite inchiostri di china nero e terra di Siena, come accennato tutte le parti superiori, torri di grosso calibro, torrette antiaeree, fumaiolo, torrione principale sono stati colorati con il medesimo grigio (64) e sottoposte anch'esse a lavature. 
Interventi pesanti sono stati effettuati sulle torri di grosso calibro, sostituendo totalmente le volate dei cannoni da 380 mm. con del tondino Evergreen da 2 mm. opportunamente forato. 
Le parti, da scatola, sostituite con quelle fotoincise sono state: tutte le battagliole, i radar, tutti i tipi di scale, sono stati inoltre applicati tutti i portelloni di accesso, i rulli avvolgicavo, e gli scalandroni a prua ed a poppa. 
Nel complesso un buon modello, ben presente con i suoi 70 cm. ed accattivante anche in virtu' della tipologia di nave, poco conosciuta e poco riprodotta, rispetto ai soliti mostri sacri giapponesi ed americani.

 
Kit in fotoincisione utilizzati 


L'Arsenal: 
AC 400 05 Pie'ces Superdetail 
AC 400 10 Radars Francais modernes 
AC 400 34 Escaliers 

Per maggiori informazioni: 


http://www.netmarine.net/bat/croiseur/jeanbart/index.htm 

http://www.defense.gouv.fr/marine

 

ipms_fondopagina.png

 

Vai alla galleria Corazzata JEAN BART - galleria

Vai alle foto storiche Corazzata JEAN BART - foto storiche

Copyright © 2017, IPMS Italia. All Rights Reserved.

Design by: DiabloDesign.eu